Recensioni / Piccole nazioni "indipendenti"

Che cos’è una micronazione? Secondo Wikipedia è «un’entità creata da una persona, o da un piccolo numero di persone, che pretende di essere considerata come nazione o stato indipendente, ma che non è riconosciuta dai governi o dalle organizzazioni internazionali». Lo scrittore e critico Graziano Graziani raccoglie le storie più eccentriche e suggestive di piccoli territori autoproclamatisi indipendenti in un godibile "atlante" narrativo che mette in luce la ricerca di utopia e il bisogno di autonomia degli uomini. Così, per restare in Italia, si scopre che Seborga, un borgo ligure di 366 anime, si considera un principato dal 1963. O che l’isola di Tavolara è un regno che rivendica l’autonomia dal 1829, mentre l’isola sarda di Malu Entu si è dichiarata indipendente nel 2008. Ma l’epopea più incredibile è quella della Repubblica dei Piani Sottani, fondata nel 1950 in provincia di Matera da un contadino anarchico per protestare contro «l'Italia, la burocrazia, le piccole e grandi mafie e tutto quello che non consente di vivere in pace».