Recensioni / Natale, sotto l'albero libri a "km 0"

[…] Quodlibet, che quest’anno ha aperto una propria sede-libreria in via Mozzi, tra le molte novità degli ultimi mesi presenta in catalogo due volumi nati entrambi da tesi di dottorato. Uno è dedicato alla scrittrice vissuta a Treia, Dolores Prato (1892-1983) e lo ha realizzato Valentina Polci, giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Teoria dell’informazione e della comunicazione presso l’Università di Macerata. Il volume, Voci fuori dal coro di Dolores Prato" (512 pp., 25 euro) raccoglie appunti e riflessioni che l’autrice di Giù la piazza non c`è nessuno, scrisse – in controtendenza rispetto alla storiografia risorgimentale – su Roma capitale d’Italia in occasione delle celebrazioni del centenario (1971). Quegli appunti erano destinati alla realizzazione di un pamphlet, Voci fuori dal coro, appunto, che però la Prato non riuscì a pubblicare. Dopo aver ritrovato i frammenti, le frasi, le immagini che Dolores Prato aveva appuntato su foglietti sparsi, Valentina Polci ha iniziato più di quattro anni fa un lungo lavoro di trascrizione, studio, ricostruzione del progetto legato a quell’opera, che ora costituiscono ampia parte del volume edito da Quodlibet Studio e che si apre con un’ampia "ricostruzione dell’orizzonte storico e storiografico entro il quale Dolores Prato concepì il proprio lavoro".