Recensioni / Ghizzardi, illetterato da “richordare”

Alla Galleria del Premio Suzzara, per iniziativa dell’assessorato comunale alla Cultura , degli “Amici del Museo” e degli “Amici del Premio”, in collaborazione con la Casa Museo “Al Belvedere Pietro Ghizzardi”, è stato presentato il volume di Pietro Ghizzardi, Mi richordo anchora, a cura di Gustavo Marchesi e Giovanni Negri, introduzione di Alfredo Gianolio, corredato da un glossario compilato da Daniele Ponchiroli (prima edizione Einaudi, 1976, Premio Viareggio).
Nell’introduzione alla nuova edizione di questo memoriale del pittore contadino è pubblicata una lettera di Giovanni Negri indirizzata ad Alfredo Gianolio nella quale si ricordano le vicende che portarono alla scoperta di Ghizzardi e alla valorizzazione di questo autore “illetterato” con la benedizione di Cesare Zavattini e la consacrazione al premio Viareggio.
Nell’occasione, grazie alla disponibilità della famiglia, sono state esposte alcune opere di questo singolare artista, oggetto di un rinnovato interesse da parte della critica, artistica e letteraria, più attenta. In una sala gremita da un folto pubblico si sono alternati come relatori il sindaco di Suzzara Ivan Ongari, il dottor Giorgio Bondavalli, coordinatore dell`iniziativa e rappresentante delle associazioni culturali promotrici, Lucia Ghizzardi, presidente dell`associazione culturale intitolata all’artista, Jean Talon, scrittore e critico letterario, curatore della collana “Compagnia Extra” della casa editrice Quodlibet che ospita autori come Gianni Celati, Ugo Cornia, Ermanno Cavazzoni, Daniele Benati, Luigi Ghirri, Luigi Malerba, Giorgio Manganelli, oltre a importanti autori stranieri (Kafka e molti altri). Si comprende bene quindi il contesto editoriale in cui viene inserito il libro di Ghizzardi, ristampato in una veste molto accurata essendo da tempo esaurita l'edizione einaudiana.
Bruna Chiaventi Mazza, fine dicitrice, ha letto e commentato alcuni brani del libro, impresa non facile per le particolarità della scrittura. Nel vivace dibattito che ha seguito la presentazione sono intervenuti, tra gli altri, la nipote del pittore, Nives Ghizzardi, Gabriella Ro della, Carlo Prandi, Gilberto Cavicchioli, Savina Iori.
All’inizio della manifestazione Bondavalli ha dedicato un commosso ricordo alla memoria del vice presidente degli “Amici del Premio”, Mauro Affini, recentemente scomparso. Si è associato il sindaco Ongari che ha sottolineato la passione civile di Affini. Al termine, omaggi floreali per le signore e dono ai relatori di questo volume, recentemente pubblicato, dedicato allo “scopritore” di Ghizzardi, lo studioso suzzarese Giovanni Negri.