Recensioni / Riscoprire Fortini e il Novecento delle contraddizioni

Franco Fortini è stata una personalità complessa. Poeta, critico letterario, saggista, romanziere e intellettuale, ha attraversato il Novecento interpretandolo in maniera realista ma anche elaborandolo filosoficamente e politicamente. Dieci Inverni (Quodlibet, 382 pagine, 24 euro) è un racconto-saggio che si snoda fino ad assumere la forma della riflessione. Il poeta e scrittore Matteo Marchesini, che firma un lungo saggio all’interno del volume, scrive: «Dialettico fino al midollo, il saggista invernale trova avversari da abbattere su entrambi i lati di una barricata su cui cammina in equilibrio sempre più precario». Un discorso, questo, che sembra adattarsi alle analisi che Fortini fa sulla realtà, sulla politica, sulla narrativa e anche sulla letteratura. Il volume, a cura di Sergio Peluso, diventa obbligatorio per chi decide di conoscere Fortini, un nome troppo spesso dimenticato.