Recensioni / Terzaghi e l'inno alla digressione

Anna Frank, il giovane Giacomo Leopardi, Italo Calvino, ma anche la figlia che perde i denti da latte. È un inno alla digressione La Terra e il suo satellite (Quodlibet), opera con cui Matteo Terzaghi, raffinata penna ticinese di Bellinzona, classe '70, trasforma ogni cosa in argomento da tema scolastico. Ne viene fuori letteratura e come sempre è tulla colpa del maestro. Di tale prof Rossini per la precisione, che svelò al giovane Terzaghi un trucco: «11 segreto del tema in classe, ma questo vale più in generale per la vita, è la divagazione».