Recensioni / 18 libri di architettura da portare nel 2022

Fra biografie a lungo attese, memorie di viaggi di formazione, poderosi volumi monografici che confermano la fase di ascesa della fotografia d’architettura d’autore in Italia, diciotto libri per guardare già al 2022.

3 - Il futuro è un viaggio nel passato
In tempi in cui l’atto del viaggiare ha perso quella carica di spensieratezza e libertà che, fin qui, gli è appartenuta, il memoir scritto da Mario Cucinella disegna una geografia alternativa, sentimentale e architettonica. A scandirla sono luoghi in cui l’uomo, ponendosi davvero in ascolto del contesto, ha imparato ad abitarlo con le risorse disponibili, non senza essersi misurato con avversità climatiche o con condizioni di partenza sfidanti. Segnate da testimonianze e incontri, fra cui quello con l’architetta marocchina Salima Naji, le dieci tappe dell’itinerario proposto dal fondatore della SOS School of Sustainabily di Bologna conducono il lettore fra città, siti storici, edifici, territori in cui, fin da epoche remote, costruttori e progettisti destinati in larga parte a rimanere anonimi hanno sperimentato e attuato forme di alleanza con la natura. Anche grazie alla prosa scorrevole, al formato tascabile e al peso ridotto, questo è il libro che vorremmo mettere nello zaino per tornare a osservare dal vivo i pozzi a gradini del Gujarat, i villaggi ocra del Marocco, le città sotterranee della Cappadocia. (Valentina Silvestrini)