Recensioni / Guardando al futuro | Looking to the future

IT. Sono tanti i modi in cui un'azienda di design può decidere di raccontarsi. Se poi la sua storia è lunga, originale e gloriosa, la scelta diventa ancora più ampia. Saporiti Italia, realtà imprenditoriale fondata da Sergio Saporiti nel 1948 a Besnate, in provincia di Varese, ha optato per la strada più ambiziosa. Ha deciso di ripercorrere con una mostra - "Cento+1 Alberto Rosselli x Saporiti Italia", curata da Federica Sala con allestimento di Marti Guixé all'ADI Design Museum di Milano - il decennale rapporto che, dal 1966 al 1976, l'ha legata ad Alberto Rosselli. Il catalogo - edito da Quodlibet - presenta, tra gli altri, il progetto della Casa Mobile, visionario modulo abitativo del 1972, accanto alle nuove versioni della poltroncina Jumbo del 1968 rieditata nella più ecologica fibra di basalto e nei 100 colori scelti da dieci progettisti contemporanei - da Fuksas Architects a Carlos Zapata Studio - e alla chaise longue Moby Dick, anch'essa del 1968, rigorosamente bianca.

EN. There are many ways in which a design company can choose to talk about itself. And if its past is long, origina and glorious, the choice becomes even vaster. Saporiti Italia, a brand established by Sergio Saporiti in 1948 in Besnate, in the province of Varese, opted for the more ambitious path. It decided to retrace with an exhibition - "Cento+1 Alberto Rosselli x Saporiti Italia", curated by Federica Sala with installation design by Marti Guixé at the ADI Design Museum in Milan - its decade-lon relationship, from 1966 to 1976, with Alberto Rosselli. The catalogue - published by Quodlibet - presents man designs including the Casa Mobile, a visionary livin module from 1972, alongside new versions of the Jumbo armchair from 1968, reissued in the more eco-friend15 basalt fibre and in 100 colours selected by te contemporary designers - from Fuksas Architects to Carlos Zapata Studio - as well as the Moby Dick chaise lon ' ue, also from 1968, available onl in white.