Recensioni / I coffee table book di architettura e design più belli da regalare a natale

Il volume "Un architetto e una città", edito da Quodlibet, esamina in modo critico una serie di progetti che Ludwig Mies van der Rohe ha concepito per Berlino e si sofferma sull'idea di città moderna espressa in essi. La progettazione per la città tedesca fa capo a due momenti diversi, il primo è riferito a un periodo di dieci anni, dal 1921 al 1933, nel corso del quale l'architetto si è dedicato a concorsi (grattacielo sulla Friedrichstrasse e per Alexanderplatz) e a diversi progetti di edifici; il secondo, poco prima della sua morte, dal 1962 al 1968, durante il quale concepisce e realizza la Neue Nationalgalerie. Sulla base della pratica di van der Rohe il discorso dell’architettura è riportato a una riflessione sulle sue forme costruite e sullo spazio della vita civile dell’uomo contemporaneo, immaginando una città aperta alla natura e con essa finalmente riconciliata, così come l’opera di Mies esprime in modo radicale.