Recensioni / Editoria: notizie

Un’alleanza forse sorprendente, quella fra Quodlibet e Abitare Segesta (gruppo RCS); su sollecitazione di Stefano Boeri (direttore di Abitare), diretta in tandem dalle due sigle, la collana “Quodlibet Abitare” esordisce con la riproposta (era uscito da Cluva nel 1985, col titolo di Imparando da Las Vegas, nella traduzione sempre di Maurizio Sabini) di Imparare da Las Vegas, di Robert Venturi, Denise Scott Brown , Steven Izenour, a cura di Manuel Orazi, un testo fondamentale che dal 1972 non cessa d’essere letto e compulsato e che segna l’ambito della collana come un programma: inserirsi in uno spazio editoriale trascurato dall’editoria italiana, anche non specialistica, dove possa trovare spazio un racconto critico che sappia legare, e leggere, le varie scale dell’architettura, dell’urbanistica, del paesaggio; anche graficamente i volumi rispecchiano la doppia paternità editoriale, le copertine (una illustrazione a tutta pagina solcata da sottili mobili bande bianche che contengono i dati del volume) sono disegnate da Mario Piazza (vice-direttore di Abitare e componente dello studio 46xy, che ha disegnato anche la griglia grafica degli ET Einaudi) e ricordano le copertine della rivista, gli interni, nei caratteri e nell’impaginazione sono i medesimi delle collane “Quodlibet” e “Quaderni Quodlibet”; il secondo volume è un inedito: Viaggio in Grecia, di Giancarlo De Carlo, pubblicato postumo è un diario, illustrato dai disegni dell’autore, di trent’anni di viaggi; in uscita: Jeff Wall, Intelligenza liquida. Scritti scelti sulla fotografia e sull’arte contemporanea, a cura di Stefano Graziani; Yona Friedman, L’ordine complicato. Come costruire un’immagine.